bonifiche Portovesme

Il polo di Portovesme riparte con un piano di bonifica e rilancio da 180 milioni

Nel Piano Sulcis della Regione Sardegna sono stati inseriti 180 milioni di euro di risorse private per bonificare l’area industriale di Portovesme. In particolare sono interessate dal piano le aree di Alcoa, Eurallumina, Portovesme Srl (Glencore), Ligestra (ex Alumix), Enel.

Alcune opere previste sono già state realizzate, come l’impermeabilizzazione dei suoli, altri lavori stanno invece per partire, come quelli a carico dell’Alcoa per lo scavo nell’ex stabilimento e lo smaltimento di oltre 60.000 metri cubi.

Nel 2018 è prevista l’attuazione del progetto da 52 milioni di Euro per la  bonifica dei suoli e lo smaltimento o recupero dei residui nella ex Alumix, mentre gli interventi che interesserano Eurallumina, per un valore totale di circa 10 milioni, riguarderanno la risistemazione delle aree pavimentate e la realizzazione di una barriera idraulica per il recupero della falda.

All’Enel l’attività è in corso e prevede la bonifica delle acque di falda, dei suoli, dell’ area DeNox, del parco ceneri e dei cumuli ceneri per un totale complessivo di 26 milioni Euro. Infine il progetto di bonifica della Portovesme srl prevede un investimento complessivo previsto pari a circa 25 milioni di euro interamente a carico della società.